In boutique col visore 3D poi lo shopping con un clic

Ritrovarsi in un negozio virtuale, tra scaffali e abiti appesi, e assistere in diretta alle sfilate delle nuove collezioni. Obiettivo: accaparrarsi con un semplice clic da casa, ma virtualmente in prima fila ai piedi della passerella, l’abito preferito, magari creato apposta per l’evento e poi introvabile nelle boutique. Il tutto grazie ad occhiali speciali, consegnati a domicilio e ripresi il giorno dopo dallo stesso corriere che porta l’abito acquistato.

L’IDEA

Dall’e-commerce al «Vr commerce live», la compravendita nella virtual reality legata ad un evento esclusivo per un numero limitato di invitati. È il nuovo servizio pensato per i marchi della moda da un gruppo di italiani tra i 30 e i 40 anni, tra cui due biellesi: Federico Remiti, ingegnere aerospaziale cresciuto a Vigliano impegnato nello sviluppo della realtà virtuale tra New York city e San Francisco, che vive a pochi minuti da Manhattan dopo aver vinto nel 2013 la Green card (il visto di residenza per 10 anni negli Usa), e Stefano Pillepich, che abita nella stessa città ed è manager della produzione di accessori per una casa di moda newyorkese.

Fonte: www.lastampa.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *