Non solo Facebook, anche Google e Microsoft guardano alle telecomunicazioni in India

(Photo by Alex Tai/SOPA Images/LightRocket via Getty Images)

Il settore delle telecomunicazioni indiano, e soprattutto quello dei servizi digitali, fa sempre più gola ai giganti tech della Silicon Valley. Dopo che il mese scorso Facebook ha deciso di investire oltre 5,7 miliardi di dollari nella principale società di telecomunicazioni del subcontinente, Relinance Jio, ora è il turno di due colossi come Google e Microsoft per acquisire partecipazioni di rilievo nelle società del paese.

Secondo quanto riporta il Financial Times, Big G avrebbe avviato delle trattative, al momento ancora non confermate, per acquisire circa il 5% di Vodafone Idea, il secondo più grande operatore di telecomunicazioni in India e frutto della fusione nel 2017 tra il colosso internazionale Vodafone e la società indiana Idea, parte della multiservizi Aditya Birla Group. Nel complesso, Vodafone Idea, che negli ultimi anni ha riportato forti perdite per via della sempre maggiore concorrenza di altri gruppi, può contare su una base di oltre 330 milioni di abbonati ai suoi servizi mobili, che rappresentano all’incirca il 33% dell’intero settore.

L’investimento servirebbe quindi a Google per potenziare ulteriormente la sua presenza nel paese, soprattutto nel settore dei servizi di comunicazione e in quelli digitali, ma anche a frenare l’avanzata di Reliance Jio, che con il recente investimento di Facebook e dei fondi Silver Lake, Kkr, General Atlantic e Vista, ha messo a segno un aumento di capitale di oltre 10 miliardi di dollari solo negli ultimi mesi ed è oggi il primo operatore di telecomunicazioni in India con oltre 388 milioni di abbonati.

Del resto, secondo quanto riporta ancora il Financial Times, la stessa Google sarebbe interessata ad acquisire una partecipazione anche in Reliance Jio, proprio per garantirsi un ruolo di rilievo soprattutto per quanto riguarda la gestione di servizi e la costruzione di una rete per la connettività nelle zone rurali del paese. Inoltre, proprio in India, Google punta a potenziare anche la sua presenza per quanto riguarda i pagamenti digitali, soprattutto tramite il suo servizio Google Pay, che nel paese conta oggi circa 67 milioni di utenti attivi ogni mese .

Ma i numeri elevati di Reliance Jio hanno attratto anche Microsoft, che a sua volta sarebbe interessata ad acquisire una partecipazione all’interno del gigante indiano. In questo caso, secondo quanto si legge su Mint, l’azienda di Redmond sarebbe interessata a rilevare una quota del 2,5% in Jio Platforms, che gestisce tutti i principali servizi di telecomunicazione e quelli digitali del gruppo di Mumbai, inclusa la piattaforma di e-commerce che sta diventando sempre più popolare in India.

Nel caso di Microsoft, l’investimento avrebbe un controvalore di circa 2 miliardi di dollari, e anche in questo caso sembra che l’interesse maggiore del gigante tecnologico sia rivolto soprattutto al settore dei servizi per i pagamenti digitali, un mercato che solo in India conta complessivamente oltre 589 milioni di utenti e che per il 2020 si stima possa arrivare a valere oltre 69 miliardi di dollari, destinati a salire fino a 135 miliardi nel 2023.

The post Non solo Facebook, anche Google e Microsoft guardano alle telecomunicazioni in India appeared first on Wired.