Marketing Project Work, Cromology e Sofidel premiano i migliori progetti

Si è svolto a distanza l’evento conclusivo del progetto didattico Marketing Project Work organizzato dal corso di laurea in ingegneria gestionale dell’università di Pisa in collaborazione con Confindustria Toscana Nord. L’iniziativa, nata  dai docenti Luisa Pellegrini e Davide Aloini mirava a coinvolgere imprese industriali del territorio.

“L’evento – affermano dall’ateneo –  porta a conclusione un percorso formativo iniziato a settembre 2019 e che ha coinvolto fattivamente Confindustria Toscana Nord e due importanti realtà territoriali, quali Cromology e Sofidel. Il progetto, a livello di obiettivo didattico, voleva non solo sviluppare le abilità tecniche degli studenti nel saper applicare le conoscenze acquisite durante il corso di marketing, ma anche contribuire alla maturazione delle loro soft skill nel relazionarsi con le aziende. L’obiettivo è stato pienamente raggiunto”.

Grazie infatti alla disponibilità di Cromology Italia e a Sofidel, 33 futuri ingegneri, lavorando in gruppo,  si sono addentrati nei processi aziendali, ipotizzando piani di marketing applicabili potenzialmente a due aree di business molto diverse, carta e chimica.

Mercoledi pomeriggio la presentazione on line dei sette elaborati, e la premiazione dei due progetti considerati migliori; anche se tanto i docenti quanto i responsabili aziendali che hanno affiancati i ragazzi nel redigere i vari lavori hanno trovato difficile stilare una classifica, dato l’elevato livello delle relazioni illustrate.

Positivo il commento di Cromology Italia, espresso da Simona Bargiacchi e Emiliano Andreucci (dipartimento Hr) Alberto Marchesi, Giada Fontana e Jacopo Bertoncini (dipartimento sales e marketing): “Queste iniziative sono utili per giovani che saranno futuri manager aziendali, ma in realtà è un arricchimento anche per l’azienda stessa che riceve da questi studenti contributi di idee e spunti innovativi, originali. Insomma uno scambio reciproco”.

Sulla stessa lunghezza d’onda Simone Donati di Sofidel: “Un’esperienza utile anche per l’impresa che è entrata in contatto con giovani motivati e con tanta voglia di mettersi alla prova su realtà concrete. Il progetto ha offerto la possibilità di suscitare interesse per il settore cartario, non sempre conosciuto dai giovani per le sue potenzialità”.

Sottolinea la particolare modalità con cui si è svolta l’iniziativa la delegata all’education di Confindustria Toscana Nord Cristiana Pasquinelli: “I ragazzi hanno operato con la stessa modalità smart con cui stanno lavorando in questo momento molte aziende: diamo così  loro l’ulteriore segnale che  tutto ciò che può essere tecnicamente fatto va perseguito con determinazione e tenacia”.

A tutti i partecipanti verrà consegnato attestato di partecipazione; ai due gruppi vincitori  Confindustria Toscana Nord, Cromology e Sofidel consegneranno, tramite l’università, una targa; mentre una particolare menzione sarà riservata ai loro  componenti.

Ecco i due gruppi vincitori, con l’elenco dei componenti e la motivazione del premio.

Progetto Kids Meyer composto da Alessandro Ambrigi, Matteo Chesini, Diego Cinapri, Giuseppe Mazzei.
Lavoro premiato per originalità della proposta di valore e qualità della presentazione per contenuti e capacità espositiva; riceve la targa da Cromology Italia Spa

Progetto Dryskin composto da Rebecca Rinaldi, Niccolò Seghieri, Cecilia Signorini, Giacomo Solimano.
Lavoro premiato per qualità dell’analisi della segmentazione clientela e mercati di riferimento; riceve la targa  da Sofidel Spa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *