Chiusura totale, firmato il nuovo decreto. eCommerce e negozi di elettronica restano aperti

L’indicazione era “chiudere tutto”, e secondo alcune interpretazioni, tra cui la nostra, questo significava anche una stretta su tutte le attività retail non necessarie che potevano portare ad un contatto ravvicinato di persone. Nelle bozze circolate dopo il discorso del premier Conte, compariva una lista di codici ateco di attività escluse dal blocco, che non comprendeva il commercio di elettronica di consumo. La lista dei codici è stata effettivamente pubblicata (con qualche aggiunta dopo tutte le discussioni della giornata), ma il dettaglio è che in un passaggio del decreto viene richiamato il vecchio decreto: “Resta fermo, per le attività commerciali, quanto disposto dal dpcm 11 marzo 2020 e dall’ordinanza del ministro della Salute del 20 marzo 2020”

Questo significa che restano comunque valide le eccezioni già previste dal decreto dell’11 marzo, alle quali si aggiungono quelle della lista dei codici ateco del decreto odierno.

Qui l’elenco delle categorie esentate dal blocco nel commercio al dettaglio, che quindi resta valido, seppur non esplicitato nel decreto odierno.

Per quanto riguarda quindi l’eCommerce e i negozi in generale non cambia assolutamente nulla, valgono le vecchie regole che prevedono l’impossibilità per i supermercati di vendere il sabato e la domenica beni non di prima necessità e la possibilità per i negozi di elettronica di tenere aperto, e la stessa cosa vale anche per il commercio elettronico.

Sono le varie insegne, a questo punto, a decidere come comportarsi, se tenere aperti i negozi o se tenere aperto il solo e-commerce come molti hanno già deciso.

Diversa la situazione di Amazon, che aveva già deciso ieri di gestire al momento solo ordini legati a beni di prima necessità: nelle prossime ore vedremo come Amazon cambierà la gestione degli ordini e a quali categorie merceologiche darà la priorità.

Qui sotto l’elenco aggiornato delle attività produttive (oltre a quelle sopra dettagliate) che possono tenere aperto (cliccare sull’immagine per ingrandirla).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *