Banca e finanza, il corso fa il bilancio di tre anni

Trecento studenti richiestissimi sul mercato del lavoro e un’attività formativa strategica per il tessuto economico
Il corso in Banca e Finanza dell’Università di Udine fa un bilancio a tre anni dall’avvio nella sede pordenonese di via Prasecco, in una conferenza stampa congiunta tra l’ateneo friulano e l’associazione degli industriali.

Trecento studenti iscritti alla triennale, la metà da fuori regione, e da quest’anno anche l’avvio della magistrale.

Un corso strategico per il territorio secondo il presidente di Confindustria Alto Adriatico Michelangelo Agrusti. Una start up di successo, per Cristiana Compagno, docente ed ex rettrice dell’università di Udine.

“Abbiamo verificato come i nostri laureati sono richiesti dal mondo del lavoro. Il corso di Banca e finanza ha l’obiettivo di preparare esperti per gli istituti di credito ma anche per le aziende. Obiettivo è supportare le nostre piccole medie imprese nei processi di internalizzazione”.
Una scommessa vinta che ora richiede un cambio di passo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *