Valentino: la ferocia della semplicità

Delicatezza. È forse il termine migliore per descrivere l’impegno e l’operato di Pierpaolo Piccioli da Valentino. Maturato, alla terza prova in solitaria, il creativo italiano ha confermato tutta la propria autorevolezza con la nuova collezione invernale per la maison oggi nelle mani di Mayhoola For Investment, il fondo sovrano del Qatar.

Innanzitutto l’ispirazione di abiti e accessori: un incontro impossibile dell’estetica vittoriana con quella colorata e selvaggia del design anni Ottanta firmato Memphis. Il rigore e la severità inglesi con la sregolatezza e il divertimento di completi d’arredo iperbolici. Romanticismo e ironia. Più una serie di stampe commissionate ad hoc. E tutto visto sotto una luce nuova, per nulla didascalica.

Continua così il viaggio nelle ispirazioni storiche di questo creativo, un modus operandi che annulla il tempo, toglie la polvere dalla superficie e cancella ogni didascalia. Il tentativo, infatti, “è capire cosa è nuovo e cosa si può fare di nuovo con quello che sappiamo”, racconta Piccioli a pochi minuti dallo show. “In questo momento mi interessa non avere idee pregresse e provare a parlare dell’oggi, del contemporaneo col meglio di quello che abbiamo imparato dal nostro passato”.

L’esito è una collezione dedicata alla normalità eccezionale, a un’idea di abiti pratici che nascondono la sofisticazione più luminosa. La qualità di questo designer, infatti, è rendere speciale il banale e aggiungere bellezza al vocabolario della moda che pensiamo di conoscere. I cappotti tagliati a pannelli; gli abiti ampi, con linea ad A, che si aprono a spicchi di pizzo ma sembrano facili come T-shirt; gli anfibi militari a cui sono stati tagliati due pezzi sulla caviglia e sotto il ginocchio, trasformandoli in qualcosa di lezioso che nasconde, al contrario, un senso feroce di forza.

Ed è proprio questo a convincere, la ferocia della semplicità con cui questo creativo riesce a condurre ogni pezzo, ogni centimetro, ogni accessorio della sua moda. Dagli abiti da giorno alle consuete, bellissime creazioni da sera, il Valentino di Piccioli non è solo maestria artigianale ed eccellenza storica, qualità ormai note di questa maison, ma una subdola e armoniosa delicatezza capace di racontare forza e bellezza di una donna. E di fornire un abito che ogni stagione entusiasma e convince.

FONTE: http://d.repubblica.it/moda/2017/03/05/news/paris_fashion_week_sfilate_valentino_fw_17_18_autunno_inverno-3448497/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *