Estate 2016, i bolognesi vanno tutti in Spagna. Novità? ‘Vacanze per disabili”

Qualche domanda sull’estate in arrivo alle agenzie di viaggio: “Bollino rosso su Tunisia, Turchia ed Egitto. Per spendere poco bene la Grecia”

Estate 2016: piano ferie, prenotazioni, vacanze sicure e scelte low cost. Dove, come e quando andranno in vacanza i bolognesi? Quali le mete più gettonate? I Paesi sconsigliati per ragioni di sicurezza? Con l’aiuto di Carlotta Sassatelli Salvadori, la titolare insieme alla famiglia dell’agenzia di viaggi Salvadori (la prima di Bologna, aperta nel lontano 1929) abbiamo cercato di disegnare una mappa sulle scelte per la stagione turistica alle porte e raccogliere suggerimenti affinchè l’esperienza della vacanza non si trasformi in un incubo.

Dunque Carlotta, quali sono le mete più richieste per questa estate?

Per il medio e lungo raggio senza dubbio la Spagna. Sono gettonate tutte le Baleari e per tutta l’estate: Maiorca, Minorca, Ibiza e Formentera sono le mete preferite da giugno a settembre. La scelta così massiva è determinata dall’alta percezione di sicurezza di questi luoghi e naturalmente dalla distanza limitata.

Per quanto riguarda le destinazioni italiane, vanno forte (come ormai da diverso tempo) l’Italia del Sud e in particolare la Sardegna e la Puglia. Queste località, grazie anche a un ampio ventaglio di tipologie di pernottamento (anche l’appartamento oltre ad alberghi e alberghetti) risultano essere favorite da chi magari non ha moltissime disponibilità economiche.

A proposito di strutture di accoglienza: qual è dunque la tendenza che va per la maggiore? E il periodo scelto dai più per le ferie? I mezzi di trasporto?

Per la Spagna certamente l’albergo o il villaggio, per l’Italia l’hotel e in qualche caso l’appartamento. Per quanto riguarda i periodi, ci sono delle partenze già dalla chiusura delle scuole e a metà giugno, ma diciamo che l’abitudine preponderante dei bolognesi resta quella di andare in vacanza in agosto. In media si sta via 15 giorni con punte anche di 20/22 giorni, ma molti optano anche per una sola settimana. L’aereo per la maggior parte dei casi naturalmente, per le isole italiane il traghetto.

Veniamo al tasto dolente: i Paesi off-limits per ragioni di sicurezza…

Tracciamo dunque una mappa dei Paesi più a rischio per le guerre e che fra l’altro fino a poco tempo fa erano le destinazioni più quotate: sono l’Egitto, la Tunisia e la Turchia. L’Egitto garantiva un buon rapporto qualità del viaggio e prezzo, come anche la Tunisia, mentre la Turchia era versatile e adatta a tutti i gusti visto che si andava dal resort al catamarano. Comunque ci sono prenotazioni nonostante tutto e le programmazioni sosno state mantenute. Persistono i clienti abituali di quelle zone.

Se dovesse elencarci 3 mete low cost? Un bel last minute?

Sicuramente la Grecia, per la quale fra l’altro non ci sono problemi di prenotazione o di over booking; la Croazia e (perchè no?) propongo anche l’Olanda in battello. Anche le Capitali funzionano molto bene e non sono care (Germania e Austria per esempio). Last minute: sempre la Grecia!

Le mete più belle, quelle che consiglieresti anche a lungo raggio?

Fra le destinazioni che consiglio ci sono gli Stati Uniti, per i quali facciamo sempre ‘pacchetti’ su misura, il Sud Africa, l’Australia, il Giappone e l’Oceano Indiano, ma anche l’Estremo Oriente, la Nuova Zelanda e l’area Caraibica.

Le regole d’oro per una vacanza sicura?

A questa domanda non posso che rispondere “una vacanza organizzata in agenzia”. Molti pensano che i costi lievitino molto, ma in realtà non è così: i professionisti de viaggio studiano itinerari e tempi personalizzati, seguono pratiche e permessi, gestiscono le assicurazioni e noi siamo disponibili 24 ore su 24, raggiungibili da ogni parte del mondo. Niente errori come nomi e cognomi scritti male che creano prblemi negli spostamenti e una serenità in più. A volte per risparmiare 40 euro si incappa in problemi a volte anche grossi e ci si rovina il viaggio.

Novità particolari del settore?

Ce n’è una in effetti di cui andiamo molto fieri: organizziamo vacanze per i diversamente abili. Si tratta di itinerari costruiti ad hoc su viaggi da 5/6 notti, ma anche oltre, e anche per Paesi come Dubai e l’Australia. Si tratta di accontentare il cliente, che di solito ha degli accompagnatori e scegliere mezzi, strutture e percorsi adatti per esempio a una persona costretta su una sedia a rotelle o un non vedente. Si chiama “Go for All” e sta avendo già buoni riscontri.

Fonte:http://www.bolognatoday.it/cronaca/vacanze-2016-mete-preferite-dai-bolognesi.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *