Altro che ecommerce, in Italia crescono le vendite porta a porta

La vendita diretta cresce del 2,8% nel primo trimestre del 2016

Chi bussa vince. Le vendite porta a porta crescono notevolmente nel primo trimestre di quest’anno. A dirlo è Univendita, l’associazione che riunisce le imprese di vendita diretta a domicilio. Una sorpresa nell’era dell’ecommerce.

Se il commercio porta a porta cresce del 2,8%, secondo i dati Istat, nel primo trimestre del 2016, il valore delle vendite al dettaglio registra un incremento dell’1,3% rispetto allo stesso periodo del 2015. In particolare nella grande distribuzione aumentano del 2,3%, mentre quelle dei piccoli esercizi commerciali dello 0,4%.

I settori più dinamici sono i beni alimentari e della casa, con una crescita del 5,0%, seguito dai beni durevoli casa (+2,3%) che, con il 60% di quota di mercato, rimane il comparto più importante della vendita diretta a domicilio. Segno positivo anche per cosmesi e accessori moda (+0,9%), mentre gli altri beni e servizi registrano un aumento del 9,0%.

Sul fronte occupazionale, i venditori a domicilio sono stabili rispetto allo stesso periodo del 2015 a quota 140.

700. Le donne primeggiano in questo comparto: 93,2%. La loro marcia in più? La flessibilità.

Fonte:http://www.wired.it/economia/business/2016/05/31/porta-a-porta/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *