Yellen apre al rialzo dei tassi

La presidente della Fed ha definito “appropriata” l’ipotesi di un aumento nei prossimi mesi. Luglio appare ora la data più probabile

La presidente della Federal Reserve degli Stati Unti Janet Yellen torna, per la prima volta da dicembre dell’anno scorso, a parlare di aumento dei tassi di interesse sul dollaro. All’epoca l’ipotesi era che si potesse arrivare, nel corso del 2016, a quattro interventi sul costo del denaro, ma le condizioni dell’economia Usa e mondiale hanno poi suggerito di non agire.

Parlando alla Harvard Unieversity ieri, Yellen ha invece detto che è “appropriato” pensare di alzare i tassi nei prossimi mesi, aggiungendo che l’inflazione tornerà a crescere.

Secondo la presidente della Fed, l’economia degli Stati Uniti mostra segnali di miglioramento, in particolare per quanto riguarda il mercato del lavoro, con un tasso di disoccupazione ormai prossimo a quello che contraddistingue la “piena occupazione”, anche se molti sono coloro che hanno un lavoro part-time pur desiderando in realtà un tempo pieno.

Le note dolenti restano sulla produttività, che continua a crescere a tassi “irrisori” e nella dinamica dei salari che non hanno avuto un aumento significativo.

Ora in molti sono pronti a scommettere su un aumento dei tassi nel corso dell’estate: a guardare i future sui Fed funds, la probabilità maggiori (60%) sono per luglio, mentre per giugno le probabilità sono al 35%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *