Monsanto dice no all’offerta di Bayer

La proposta non è adeguata dal punto di vista finanziario ed è incompleta. I tedeschi hanno valutato la Monsanto 62 miliardi di dollari, che avrebbero pagato in contanti

L’americana Monsanto dice no all’offerta lanciata dalla tedesca Bayer con un valore di 62 miliardi di dollari. In una nota, il colosso usa dell’agrochimica ha detto che il suo consiglio di amministrazione all’unanimità considera la proposta “incompleta e finanziariamente inadeguata, ma è aperto a continuare discussioni costruttive per capire se una transazione che sia nel migliore interesse dei soci di Monsanto possa essere raggiunta”. Hugh Grant, amministratore delegato del gruppo americano, ha aggiunto: “Crediamo nei benefici notevoli che una strategia integrata può fornire agli agricoltori e alla società in generale e da sempre rispettiamo il business di Bayer. Tuttavia, la proposta attuale sottovaluta molto la nostra azienda e inoltre non affronta adeguatamente o non fornisce rassicurazioni su alcuni dei rischi finanziari e regolatori potenziali legati all’esecuzione della transazione”.

Monsanto specifica che non c’è alcuna garanzia che una fusione possa essere raggiunta e in quali termini: “il cda di Monsanto non ha stabilito una tempistica di
ulteriori negoziati e Monsanto non intende fare ulteriori commenti per il momento”. In attesa della nota, il titolo del gruppo Usa era stato sospeso dalle contrattazioni quando saliva di circa l’1,5%. Ora corre del 2,23% a 108,36 dollari, meno dei 122 dollari per azione offerti da Bayer.

Fonte:http://www.repubblica.it/economia/finanza/2016/05/24/news/monsanto_dice_no_all_offerta_di_bayer-140523296/?rss

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *