DREDD – KARL URBAN PUNTA IL DITO CONTRO LA LIONSGATE PER IL MARKETING DEL FILM

L’insuccesso di Dredd al botteghino è stato causato dal marketing del film mal gestito dalla Lionsgate, spiega Karl Urban in un’intervista a Yahoo.

“Dredd è stato un fallimento di marketing. Ho visto il tracking del film, settimane prima dell’uscita e il problema principale era che nessuno sapeva che stava per uscire.
Una volta che è uscito in DVD ed ha venduto 750mila copie solo nelle prima settimana in America del Nord, è stato molto chiaro che il pubblico l’ha scoperto”

Urban spiega che la pellicola diretta da Pete Travis ormai è diventata un cult, e durante il roundtable per Star Trek Beyond ha aggiunto che la gente parla ancora di Dredd e vuole altri film.

“Penso che al film sia stato fatto un enorme disservizio.
Sono disposto a far parte di un legittimo e degno seguito di quel film. Sono aperto a qualsiasi tipo di esplorazione limitata su questo e in qualsiasi altro medium”.

L’attore spiega che non si opporrebbe a un eventuale seguito sul piccolo schermo con Netflix oAmazon:

“I fan chiedono di più e sarebbe un vero privilegio continuare questa storia. E’ una miniera di fantastiche storie del canone 2000 AD Judge Dredd che sarebbe davvero meraviglioso poter vedere sullo schermo”.

Discutendo con Den of Geek, l’attore ha aggiunto:

“La sfortunata uscita nelle sale di Dredd e il modo in cui è stato maltrattato ha creato a Dredd 2 dei problemi, nell’ottenere subito dei finanziamenti ed essere prodotto allo stesso modo. Ma il successo che ha ottenuto in tutti i medium dopo l’uscita al cinema ha sicuramente rafforzato la tesi a favore di un sequel.
Ma non è un gioco da ragazzi. Sono costantemente estasiato dal supporto dei fan e dall’amore per Dredd. Vengo fermato e mi chiedono di Dredd tutti i giorni, trovo stranamente ironico essere riconosciuto e associato ad un personaggio il cui volto è in gran parte nascosto dietro a un casco”.

Fonte: https://blog.screenweek.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *