Il futuro dell’Out of Home è tutto digitale

DOOH, Digital Out of Home, chi non ne ha ancora sentito parlare? Sono sicura che anche tu, una volta, sei rimasto a bocca aperta davanti ad un’affissione digitale. Fino a cinque anni fa erano forse rare, ma ora rappresentano il 50%del panorama dell’advertising europeo e non solo.

Probabilmente se fai parte di una realtà come un’agenzia media, sarai stato sommerso dalle richieste del tuo principale cliente e da quotidiane telefonate del tipo: “Mi raccomando, inseriamo nella pianificazione anche delle Digital Out of Home!”. Se un tempo questo mercato era difficile, la pianificazione assai dispendiosa e pochi spazi a disposizione,  ora ci si trova a far fronte a diversi formati e realtà innovative.

Perchè investire dunque su un media così gettonato? In primo luogo è ricercato da brand di ogni tipo e settore, secondo Clear Channel infatti nel 2015 gli spazi dedicati a Digital Out of Home hanno costituito il 30% dei ricavi del gigante dell’advertising. In secondo luogo i costi per la prenotazione di questi spazi si sono sensibilmente abbassati, rappresentando per i brand un’opportunità innovativa ma allo stesso tempo meno dispendiosa.

Non sei ancora del tutto convinto? Ci sono altri tre motivi per cui dovresti investire parte del tuo budget media in questo settore, o convincere il tuo cliente che si tratterebbe di un’ottima opportunità.

Fonte: www.ninjamarketing.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *