Fed, a giugno è possibile un rialzo dei tassi Usa

Dai verbali dell’ultima riunione della Fed si apprende che un nuovo rincaro del costo del denaro potrebbe avvenire già il mese prossimo

Un aumento dei tassi di interesse in giugno è probabile se l’economia continuerà a migliorare. E’ quanto emerge dai verbali della riunione della Fed del 26 e 27 aprile, che di fatto lasciano aperta la porta a una stretta il mese prossimo. In quell’occasione per la terza volta di fila la banca centrale Usa lasciò i tassi invariati allo 0,25-0,50%, livello a cui furono portati nel dicembre del 2015. Allora ci fu una stretta di 25 punti base, la prima dal giugno 2006. A fare notizia in quel meeting fu l’eliminazione del riferimento ai rischi posti dagli sviluppi economici e finanziari globali. “Quegli sviluppi – recitava il comunicato di allora – sarebbero stati attentamente monitorati”. Ad aprile il Fomc giudicò “prudente aspettare informazioni addizionali” prima di decidere se alzare i tassi.

Ora il momento potrebbe essere arrivato. “Riguardo la possibilità di un aggiustamento al prossimo direttivo, i membri in generale hanno ritenuto opportuno lasciare le opzioni aperte e mantenere la flessibilità su questa decisione sulla base di come i dati in arrivo e gli sviluppi influenzeranno le loro prospettive sul mercato del lavoro e l’inflazione, così come le loro valutazioni in evoluzione sul bilanciamento dei rischi per tali prospettive”, si legge nei verbali. Secondo la Banca Usa, una possibile Brexit e i tassi di cambio dello yuan sono alcuni dei rischi che pesano sull’economia mondiale.

Fonte:http://www.repubblica.it/economia/finanza/2016/05/18/news/fed_a_giugno_e_possibile_un_rialzo_dei_tassi-140087349/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *