Email marketing. Cos’è Getresponse e perché non potrai più farne a meno

Si chiamano tool e sono strumenti che aiutano chi fa marketing online. Quali sono i più importanti e come utilizzarli? Lo spiega Luca Di Zio, specialista in lead generation che oggi ci parla di Getresponse.it, software che ti aiuta nelle attività di email marketing.

L’importanza dei tool. Il mercato web sta dimostrando ogni giorno di più l’ assoluta necessità, per chiunque voglia sviluppare business – tanto micro quanto macro – di dotarsi degli strumenti necessari per operare con la massima efficienza ed il minimo costo. Questo ha dato vita ad un crescente numero di strumenti – i cosidetti “tools” – per la maggior parte sviluppati nella patria del marketing, al di là dell’ Oceano. Conoscerli è importante, ma utilizzarli ancora di più. In diversi casi rappresentano un risparmio anche di oltre il 90% rispetto alla gestione manuale di una pratica. Ma nel 100% dei casi rappresentano un modo unico e più che mai confortevole per sviluppare programmi tesi a raggiungere numeri importantissimi per le più diverse questioni: dall’ acquisizione contatti alla gestione clienti; dall’eleborazione dati alla fornitura di diversi servizi a completamento del proprio.

A chi serve Getresponse. Chi sono gli interessati a questo strumento che oggi presento come pure ai prossimi? Qualunque piccolo imprenditore o professionista che vada oltre l’ attività puramente amatoriale sul web. Quindi ogni imprenditore, marketer, networker e professionista , ma anche commercianti, artigiani o distributori di prodotti. All’interno dell’area marketing troviamo diverse azioni che possono generare risultati concreti: il contatto e la formazione verso il cliente sono due tasselli fondamentali. Specie se si è orientati nel pianificare un processo di lead generation.Chi acquisisce contatti già profilati deve necessariamente comunicare quotidianamente con loro. Occorre infatti formare il potenziale cliente al proprio prodotto o servizio, con lo scopo di trasformarlo in cliente pagante. Con quale azione è possibile fare questo? Ovviamente ci sono tanti metodi, di cui in futuro parleremo, ma il più utilizzato è ovviamente l’utilizzo delle e-mail. La posta elettronica è ancora un ottimo mezzo per comunicare messaggi commerciali (e non) al proprio pubblico. L’utilizzo delle e-mail risulterà ancora più utile se l’imprenditore utilizza una landing page, ossia una pagina web specificamente strutturata per “catturare” le e-mail dei potenziali clienti. La cosa sorprendente è che oggi esistono software appositamente concepiti per effettuare tale lavoro in maniera completamente automatica. Esistono infatti programmi capaci di gestire le caselle di posta elettronica dei lead o clienti, in maniera veloce, automatica e soprattutto economica.

Cos’è e come funziona Getresponse. Tra tutti quelli che ho testato, Getresponse.it è in assoluto il più completo. Vediamo in generale cosa puoi fare con questo utilissimo tool; nel video potete anche visionare al meglio quello di cui qui parlo. Get Response è un generatore di e-mail. Ha un editor con la funzione “trascina e rilascia”: hai la possibilità di realizzare ogni idea grafica; grazie ai numerosi template e alle opzioni di modifica illimitate, puoi aggiungere e modificare foto, cambiare colori e caratteri. Basta un semplice click. Questa opzione risulterà molto utile per l’invio di newsletter o mail periodiche, come necessita per portare al successo qualsiasi azione di mailing.

Ancora più interessante è la sezione dedicata agli Autoresponder: puoi comandare l’invio di e-mail con una certa cadenza. Questa automatizzazione troverà spazio in cicli di follow-up: basta impostare le date ed i contenuti delle e-mail per aspettare semplicemente l’invio automatico delle e-mail. Quindi il soggetto che ha risposto a un vostro annuncio riceverà una vostra mail immediatamente, e poi una seconda, terza, quarta… tra a x giorni, con la cadenza che voi decidete.

Ancora più sorprendente è la possibilità di tracciamento delle e-mail inviate. La valutazione e l’analisi della tua campagna di e-mail marketing saranno monitorate nell’apposita sezione delle statistiche. Riuscirai a vedere chi apre la l’e-mail, chi la legge oltre ai vari dati di analisi tipici. Tutto a prima vista, immediato. Con il monitoraggio delle statistiche potrai assumere decisioni intelligenti in pochi minuti: confrontare i follow-up, misurare le conversioni, visualizzare le fluttuazioni ogni ora e segmentare anche gli iscritti con un solo click.

Con Getresponse hai anche la possibilità di creare dei moduli che servono per integrare e connettere l’autoresponder ad una optin page.Se ad esempio hai una optin page per catturare le e-mail dei tuoi potenziali clienti interessati al tuo prodotto, la sezione moduli è la soluzione definitiva. Quando l’utente lascia la propria e-mail sulla optin page, getresponse la memorizza automaticamente e la lavora subito: contestualmente può inviare subito una e-mail per tuo conto in maniere automatica. Devi solo dirgli cosa vuoi comunicare al tuo potenziale cliente. Particolare importante: il software non necessita di nessuna installazione. Basta semplicemente iscriversi

Aggiungo come nota finale che ho sempre qualche impedimento tecnico con altri autoresponder utilizzati, pur se validi per moltissime funzioni, mentre in questo caso non è ancora capitato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *